PRIVACY & COOKIE

 Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi, contenuti personalizzati ed  annunci. Questo sito consente inoltre l'invio di cookie di terze parti. Se acconsente all'uso dei cookie faccia click su "ACCETTA LE CONDIZIONI" altrimenti, se vuole saperne di più sui cookie, faccia click su "ULTERIORI INFORMAZIONI". Accettando le condizioni i cookie verranno scaricati sul browser del suo dispositivo ed avranno una durata di vita di 15 giorni, ciò significa che accettando le condizioni questo messaggio non verrà più visualizzato per questo periodo. Accettando le condizioni ci autorizza inoltre al trattamento dei suoi dati personali nel rispetto e per gli effetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), del D.lgs. 101/2018 ("Codice Privacy") e del Regolamento (UE) 2016/679 ("GDPR") 

 By using this site you accept the use of cookies for analysis, personalized content and ads.  This site also allows the sending of third party cookies. If you consent to the use of cookies do click on "ACCEPT THE TERMS" otherwise, if he wants to learn more about cookies, face click on the "MORE INFORMATION". By accepting the conditions cookies will be downloaded to his device browser and will have a 15-day life span, that means accepting the conditions that message will not be displayed for this period. By agreeing to the conditions also it authorizes us to process your personal data in compliance with and for the purposes of Legislative Decree no. June 30, 2003, n. 196 (Code regarding the protection of personal data), of Legislative Decree no. 101/2018 ("Code Privacy") and of regulation (UE) 2016/679 ("GDPR").

                    Ver-Bike S.n.c.

VISIBILITA' UGUALE SICUREZZA
 
Se sei un ciclista e segui le notizie sui social ti starai probabilmente chiedendo: "E' solo una mia impressione o sembra che oggi sempre più persone vengano investite?"
 
La sicurezza e le infrastrutture ciclistiche sembrano essere aspetti direttamente correlati. La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) statunitense segnala che nell'ultimo decennio il numero di ciclisti morti sulle strade è rimasto costante. Durante lo stesso periodo gli Stati Uniti hanno aumentato i finanziamenti federali per il miglioramento delle infrastrutture. Questi fondi vengono investiti in opere quali ponti ciclabili o corsie riservate. D'altro canto, dal 2000 al 2010, nelle 70 principali città degli Stati Uniti, il pendolarismo in bicicletta è aumentato in media del 63%. L'utenza è in crescita. Gli incidenti rimangono costanti. Il tasso di rischio risulta ridotto. Sicuramente, fare ciclismo negli Stati Uniti è più sicuro di quanto non lo sia mai stato prima. Ma ecco ora la notizia più sorprendente. Riguarda tutti. Secondo un sondaggio tra i rivenditori Trek, l'80% degli intervistati interagisce almeno una volta alla settimana con un cliente che è stato protagonista o che ha sfiorato un incidente. Quindi, se il ciclismo è più sicuro che mai, perché i ciclisti vivono ancora queste esperienze? Detto in parole semplici, il motivo è uno: oggi, ci sono troppe distrazioni mentre si è alla guida! Cellulari, cibo, amici, bambini... tutto concorre a ridurre i secondi di consapevolezza. Considerando una visibilità di circa 160 m un conducente che viaggia a 100 kmh supera un ciclista che viaggia a 24 kmh in 7 secondi. Se il conducente si distrae per 6 secondi, gli rimane solo 1 secondo per reagire alla presenza del ciclista, cioè appena il tempo necessario ad un essere umano per rispondere a uno stimolo. Le conseguenze della distrazione possono essere disastrose. Quando i conducenti non si accorgono della tua presenza, si trovano impreparati. Un conducente impreparato è un conducente spaventato; e un conducente spaventato è un conducente arrabbiato. Se offri ai conducenti il tempo sufficiente per reagire alla tua presenza, la situazione cambia. Che cosa puoi fare per recuperare un po' di tempo? Che cosa puoi fare per anticipare il più possibile la tua presenza ai conducenti?  Per capire meglio la scienza e la psicologia alla base della sicurezza stradale, Trek e Bontrager hanno chiesto l'aiuto della Clemson University. Le conoscenze acquisite grazie a questa partnership avranno un impatto profondo sulla nostra capacità di essere percepiti da parte degli altri conducenti. Dopo oltre un anno di ricerche, le basi per aumentare la sicurezza stradale possono essere riassunte in ciò che noi definiamo "Fondamenti della consapevolezza".
 
A: Luci Sempre accese. Luci anteriori e posteriori sia di giorno che di notte. Le luci esprimono qualcosa di più dei semplici lumen e non tutte le luci sono percepibili in condizioni di luce diurna. Uno studio condotto in Danimarca ha dimostrato che i ciclisti che guidano con le luci accese durante il giorno sono esposti a un rischio di collisione ridotto del 33% rispetto ai ciclisti che guidano con le luci spente. Questo risultato fa eco ai risultati conseguiti in campo automobilistico e motociclistico (25% e 13%). Cambia i tuoi dati statistici ed inizia ad utilizzare le luci di marcia diurna. Se desideri adottare una sola misura per aumentare la possibilità di essere percepito, scegli delle luci anteriori e posteriori visibili durante la marcia diurna.
 
B: Biomotricità. Metti in evidenza le parti in movimento del corpo. Gli esseri umani sono predatori e sono programmati per individuare il movimento. Siamo anche creature sociali ed empatiche che riconoscono istintivamente la presenza di altri esseri umani più rapidamente rispetto ad altri soggetti. Indossa dei materiali fluorescenti e riflettenti sulle parti in movimento quali piedi, ruote, eccetera: potrai sfruttare a tuo vantaggio questo istinto umano di base. La ricerca ha dimostrato che i ciclisti che utilizzano efficacemente la biomotricità riducono il rischio di collisione fino all'83%.
 
C: Contrasto. Scegli l'accessorio giusto per il giorno e per la notte. Il 72% dei rivenditori intervistati ritiene che l'attrezzatura fluorescente sia uno strumento per essere notati di notte. Il 63% ritiene che la catarifrangenza sia un modo per essere notati durante il giorno. Scegli dei prodotti fluorescenti per aumentare la visibilità diurna. Scegli dei prodotti catarifrangenti per aumentare la visibilità notturna. La fluorescenza non funziona di notte. La fluorescenza richiede che la luce UV del sole rimbalzi verso l'occhio di chi osserva. Di notte, la luce UV non è presente quindi in queste condizioni, secondo uno studio, un ciclista vestito di nero viene percepito prima di un ciclista dotato di attrezzatura fluorescente. La catarifrangenza non funziona di giorno. La catarifrangenza è un incredibile strumento di visibilità notturna, ma la luce diurna maschera l'effetto riflettente. Utilizza la catarifrangenza di notte, quando conta di più.
 
Se non si adotta alcuna misura per aumentare le opportunità di essere notati da parte dei conducenti di altri mezzi, di spiccare sullo sfondo, le possibilità di non essere percepiti aumentano. I fondamenti della consapevolezza (ABC) prevedono delle misure incrementali. La soluzione singola più efficace per essere notati sulla strada è rappresentata dalle luci. Se desideri adottare una sola misura, scegli delle luci di marcia diurna.  Il passo successivo è aggiungere degli elementi di biomotricità al kit di guida. Scarpe, calze, cinturini per i pantaloni, pneumatici fluorescenti... Il passo finale è aumentare il contrasto adottando dei prodotti adeguati per il giorno e la notte, fluorescenza con luce diurna, catarifrangenza di notte (Fonte Trek).
 
 Ver-Bike S.n.c.